Nazione: Italia
Anno: 1990
Durata: 52'


Nel clamore dei Mondiali, undici registi si incontrano per raccontare un'Italia più discreta, meno ufficiale. La macchina retorica e propagandistica sui Mondiali di Italia 90 ormai viaggia a piena velocit`. Sponsor e programmisti televisivi, pubblicitari e stampa stanno suonando la grancassa del "magnifico evento". A Napoli, il grande cronometro del conto alla rovescia ci avvicina inesorabilmente all'ora X, quando l'arbitro fischier` l'inizio di ArgentinaCamerun e forse ancora i muratori saranno impegnati ad ultimare i lavori di costruzione degli stadi. Dodici grandi registi italiani hanno fatto altrettanti brevi film che sembrano spudoratamente commissionati dalle rispettive Aziende di turismo e soggiorno delle dodici citt`stadio. Nel nome del dio pallone si " giocheranno" le elezioni amministrative di maggio. Il mal di pancia di Franco Baresi viene seguito con apprensione da schiere di giornalisti sportivi. Lobbies e clientele hanno litigato, e ancora litigano strenuamente, per accaparrarsi e spartirsi il denaro pubblico, mettendo in campo il loro peso politico ed economico, indipendentemente dall'utilit` e necessit` degli interventi finanziati: preludi di scandali a venire e presto dimenticare al grido di Viva l'Italia. Come sempre ormai, un grande avvenimento sportivo e popolare diventa l'occasione per un'esigua minoranza di occupare e saccheggiare tutti gli spazi da quelli economici a quelli informativi per promuovere se stessa: l'immagine che ha di sé; l'immagine che vorrebbe che gli altri avessero. Né ci piace l'atteggiamento speculare e snob di chi gi` annuncia che anticiper` le vacanze estive o "fuggir` in casa", per evitare la ressa di turistitifosi brutti e sudaticci, e fin da adesso se ne lava le mani. Invece a noi il grande tam-tam sul patrio pallone interessa, proprio perché non ci piace. Anzi ci offre la possibilit` di una riflessione e di uno sguardo sull'Italia, la sua gente, le sue contraddizioni. Il nostro progetto parte da queste considerazioni. Fare un film sull'Italia che c'è, anche se poco vista o sconosciuta, riflettendo su situazioni che solitamente parlando di calcio stanno "fuori campo". Un film che vuole essere corale: affidato alle singole "sensibilit`" dei registi, a cui sono stati chiesti dei "contributi filmati" diversi, ma affini negli intenti: alla ricerca di immagini, luoghi e personaggi che dell'Italia diano uno spaccato meno oleografico e stereotipato (dichiarazione degli autori).

Biografia

regista

AA.VV. (III)

Cast

& Credits

Regia: Donatello Alunni Pierucci, Giuseppe Baresi, Bruno Bigoni, Ninni Bruschetta, Mimmo Calopresti, Tonino De Bernardi, Giuseppe Gaudino, Maria Martinelli, Roberto Nanni, Isa Sandri, Kiko Stella.
Fotografia: Franco Andrini, Vittorio Bagnasco, Giuseppe Baresi, Frank G. Blasberg, Pè Calopresti, Lello Chiappetta, Gherardo Gossi, Randal Harb, Roberto Nanni, Italo Petriccione, Isa Sandri.
Musica: Paolo Ciarchi.
Suono: Simone Carraresi, Matilde Ippolito, Alberto Morelli.
Montaggio: Claudio Cormio.
Materiale di repertorio: Armando Ceste, C.C.M. Torino, S. Soc. La Discarica (FG), L'Occhio della Pantera (Roma).
Produzione: Edilight, Inter TV, Minnie Ferrara & Associati, Talpe Connection.
Distribuzione: Minnie Ferrara & Associati, piazza Grandi 1, Milano; Tape Connection, via P. Querini 3, Roma.
Menu