Nazione: Italia
Anno: 1990
Durata: 32'


"Quando la memoria agguanta l'anima nelle sue fauci, non si può fuggire da nessuna parte; non resta che chiedere perdono a chi rimane. Ci sono storie che non si riescono a raccontare." (Daniele Gaglianone).

Biografia

regista

Daniele Gaglianone

Daniele Gaglianone (Ancona, 1966) nel 1991 ha iniziato a collaborare con l’Archivio Nazionale Cinematografico della Resistenza. Ha girato moltissimi documentari e cortometraggi di finzione, vincendo premi al Festival Cinema Giovani di Torino, a Locarno, Bastia, Bellaria. Ha presentato in concorso al Torino Film Festival I nostri anni (2000), selezionato a Cannes nel 2001. Nel 2005 il suo secondo lungometraggio, Nemmeno il destino, ha vinto il Festival di Rotterdam.

FILMOGRAFIA

Nella solitudine del sangue (cm, 1990), La ferita (cm, 1991), Mario Soldati e il cinema (cm, doc., 1992), Alla ricerca di Piero Gobetti (cm, doc., 1992), Era meglio morire da piccoli (cm, 1992), La battaglia della ferrovia (cm, doc., 1993), Sparare a vista sul sovversivo Agosti (cm, doc., 1993), L’orecchio ferito del piccolo comandante (cm, 1994), E finisce così (cm, 1995), La carne sulle ossa (cm, 1996), I nostri anni (2000), Le domeniche del Signor Mantaut (doc., 2003), Nemmeno il destino (2004), Non si deve morire per vivere (cm, 2005), Alle soglie della sera (doc., 2005).

Cast

& Credits

Regia, sceneggiatura, fotografia, suono e montaggio: Daniele Gaglianone.
Interpreti: Francesco Cappelletti, Antonio d'Agruma, Marta Palitto, Giuseppe Sanna, Anna Nuzzi, Stefania Uva.
Produzione: Hurbinek, via S.G. Canavese 30, Torino
Menu