Nazione: UK
Anno: 1965
Durata: 91'


Steve, Lenny, Rick, Mike e Denis, che per vivere fanno gli stuntmen, stanno lavorando a Londra in uno short pubblicitario sulla carne quando Steve e la diva dello show, Dinah, decidono di scappare. Si dirigono verso un isolotto lungo le coste del Devon, che Dinah spera di acquistare. Dopo che un gruppo di beatnik ha distrutto la loro auto, accettano un passaggio da una coppia di mezza et`, Guy e Nan, che li ospitano anche nella loro casa. Nel frattempo, Zissell, uno dei dirigenti della compagnia pubblicitaria, attratto da Dinah, ha montato la notizia che Steve ha rapito la ragazza. Dopo che Nan ha persuaso i suoi ospiti (raggiunti nel frattempo degli amici di Steve) a partecipare a un ballo mascherato, questi sono costretti nuovamente a fuggire perché la sala pullula di poliziotti e di uomini di Zissell. Raggiunta finalmente l'isola di Dinah, trovano ad attenderli Zissell in persona, che è arrivato a piedi approfittando della bassa marea. Steve rifiuta di partecipare allo scoop pubblicitario organizzato da Zissell e lascia Dinah ad accogliere i fotografi.

"Attraverso le tappe di un viaggio 'picaresco' i protagonisti riscoprono la 'profondit`', un certo aspetto della terra, del paesaggio, dei costumi inglesi. Il senso del cammino, dunque, deriva non solo dall'obbiettivo che i due fuggiaschi si prefiggono, ma è insito nel suo stesso svolgimento, nella riscoperta di oggetti e situazioni che il circuito dei media trascura, non considerandoli degni d'interesse ed escludendoli così dall'assunzione a memoria collettiva. Su tale piano, il film si sviluppa secondo le suggestioni dettate dal paesaggio invernale (fu una scelta obbligata: c'era la possibilit` di 'girare' solo in questa stagione). Si tratta di un vero e proprio raddoppiamento del percorso iniziatico compiuto dai personaggi. E un attraversamento di luoghi che hanno perso il ruolo solitamente ossia, d'estate ricoperto (stazioni termali deserte, campagne non più luoghi coltivati, ma simili a parchi naturali in cui si passeggia contemplando una terra che si mette semplicemente in mostra), per acquistarne uno nuovo, inusitato: 'Sono luoghi addormentati, terre vuote'." (Adriano Piccardi, John Boorman, Firenze, La Nuova Italia 1982, pp. 1011)

Biografia

regista

John Boorman

John Boorman (Shepperton, Gran Bretagna, 1933) dopo aver esordito alla radio e alla Southern Television come montatore è diventato direttore della sezione documentari della Bbc. Prendeteci se potete (1965) è il suo primo film di fiction. Ha poi girato negli Stati Uniti Senza un attimo di tregua e Duello nel pacifico, grandi successi che hanno anticipato l’opera più esemplare della sua poetica, Un tranquillo weekend di paura (1972). Ha proseguito poi la sua carriera con numerosi film che si muovono in modo eterogeneo nel solco dei riferimenti già qui stabiliti: da Zardoz (1974) a Il sarto di Panama (2001), tratto da John Le Carré, passando per Excalibur (1981) o La foresta di smeraldo (1985).

FILMOGRAFIA

filmografia essenziale/essential filmography

Catch Us If You Can (Prendeteci se potete, 1965), Point Blank (Senza un attimo di tregua, 1967), Hell in the Pacific (Duello nel Pacifico, 1968), Leo the Last (Leone l’ultimo, 1970), Deliverance (Un tranquillo weekend di paura, 1972), Zardoz (id., 1974), The Exorcist II: The Heretic (L’esorcista II - L’eretico, 1977), Excalibur (id., 1981), The Emerald Forest (La foresta di smeraldo, 1985), Hope and Glory (Anni 40, 1987), Where the Heart Is (Dalla parte del cuore, 1990), Beyond Rangoon (Oltre Rangoon, 1995), The General (1998), The Tailor of Panama (Il sarto di Panama, 2001), In My Country (2004), The Tiger’s Tail (2006).

 

Cast

& Credits

Regia: John Boorman.
Sceneggiatura: Peter Nichols.
Fotografia: Manny Wynn.
Montaggio: Gordon Pilkington.
Scenografia: Tony Wollard.
Musica: The Dave Clark Five.
Suono: Arthur Ridout.
Interpreti: Dave Clark (Steve), Barbara Ferris (Dinah), Lenny Davidson (Lenny), Rick Huxley (Rick), Mike Smith (Mike), Denis Payton (Denis), David Lodge (Louis), Robin Bailey (Guy), Yootha Joyce (Nan), David de Keyser (Zissell).
Produzione: David Deutsch per la Bruton Film Productions.
Menu