Nazione: Italia
Anno: 1991
Durata: 29'


Anche il particolare più insignificante racchiude in sé qualcosa di mostruoso e di crudele con cui siamo abituati e costretti a convivere. Ma può accadere che il velo attraverso il quale filtriamo le immagini di ciò che ci circonda si squarci all'improvviso. Storia di una ragazza a cui non resta che il delirio.

Biografia

regista

Daniele Gaglianone

Daniele Gaglianone (Ancona, 1966) nel 1991 ha iniziato a collaborare con l’Archivio Nazionale Cinematografico della Resistenza. Ha girato moltissimi documentari e cortometraggi di finzione, vincendo premi al Festival Cinema Giovani di Torino, a Locarno, Bastia, Bellaria. Ha presentato in concorso al Torino Film Festival I nostri anni (2000), selezionato a Cannes nel 2001. Nel 2005 il suo secondo lungometraggio, Nemmeno il destino, ha vinto il Festival di Rotterdam.

FILMOGRAFIA

Nella solitudine del sangue (cm, 1990), La ferita (cm, 1991), Mario Soldati e il cinema (cm, doc., 1992), Alla ricerca di Piero Gobetti (cm, doc., 1992), Era meglio morire da piccoli (cm, 1992), La battaglia della ferrovia (cm, doc., 1993), Sparare a vista sul sovversivo Agosti (cm, doc., 1993), L’orecchio ferito del piccolo comandante (cm, 1994), E finisce così (cm, 1995), La carne sulle ossa (cm, 1996), I nostri anni (2000), Le domeniche del Signor Mantaut (doc., 2003), Nemmeno il destino (2004), Non si deve morire per vivere (cm, 2005), Alle soglie della sera (doc., 2005).

Cast

& Credits

Regia, sceneggiatura, fotografia, suono e montaggio: Daniele Gaglianone.
Interpreti: Stefania Uva, Giacomo Car, Maria Fammilume, Giuseppe Sanna, Giorgio Poltronieri, Angelo Gaglianone, Chiara Vendramin, Eugenia Gaglianone.
Produzione e distribuzione: Hurbinek, via San Giorgio Canavese 30, Torino, tel. 4114471.

TFF

premi

CONCORSO SPAZIO ITALIA 1991

Secondo premio

Menu