Nazione: Italia
Anno: 1994
Durata: 15'


Il risultato della mortifera commistione tra gli orribili anni '80 dell'agonizzante Prima Repubblica e i terrificanti prolegomeni al nulla culturale della Seconda che si avventa. L'impotenza creativa ai piedi della cultura, appoggiata sulle basi ideologiche del (bel) tempo che fu. Un divertissement sulla disoccupazione intellettuale.

"Di un regista che non lavora si dice che 'si gira' gli alluci. Detto fatto." (Alberto Signetto).

Biografia

regista

Alberto Signetto

Alberto Signetto (Córdoba, Argentina, 1954) si occupa di cinema e comunicazione dal 1970. È tra i fondatori della cooperativa Artkino (distribuzione cinematografica: Wenders, Lang, Wajda, Sanders e altri) e, nel 1984, della società di produzione cinematografica e televisiva Rosebud Company. Due anni dopo è direttore per l'Italia di Eurovip (European Video Indipendent Producers), con sede a Bruxelles. Lavora come regista dal 1982. Dal 1992 collabora con la cooperativa Index.

FILMOGRAFIA

Cogliere un paese (1983), Weltgenie (1988), Fish-Eyes (1990), Gli ultimi giorni dell'Umanità (1991), The Final Kick (1994), Milano, 25 aprile 1994 (1994), Riflessioni sull'alluce (1995), Govi a Gavi (1996/1997), "... who dreamt and made incarnate gaps in Time & Space through images juxtaposed" (1998), Architetture olivettiane a Ivrea (1999), Escuela de Langa - Appunti per un film (1998/2000), Operazione S/F (2000), Don't Forget (2000), Venti anni prima, i cieli della Grecia (doc, 2004).

Cast

& Credits

Regia: Alberto Signetto.
Sceneggiatura: Alberto Signetto, da Le gros orteil di Georges Batailles.
Fotografia: Giovanni Gebbia.
Suono: Paolo Favaro.
Montaggio: Pier Milanese.
Interpreti: un piede, una lampadina, Lenin.
Produzione: Index scrl, via Susa 14, 10138 Torino, tel. +39-011-4346380, fax +39-011-4346470 - Giorgio Mari, via Susa 14, 10138 Torino, tel. +39-011-4346338.
Distribuzione: Index scrl, via Susa 14, 10138 Torino, tel. +39-011-4346380, fax +39-011-4346470.
Menu