L’horror classico: da Caligari agli zombie

Raccontare l’evoluzione del cinema horror, dai primi esperimenti d’autore, quali Il gabinetto del dottor Caligari (Germania, 1920) di Robert Weine e Nosferatu – Il vampiro (Germania, 1922) di F.W. Murnau all’esperienza dei maestri riconosciuti come Tod Browning, Roger Corman e Mario Bava, passando per la scoperta ed affermazione dei personaggi divenuti simbolo di un genere (Dracula, Frankenstein, la figura dello zombie) ed annessi attori feticcio (Boris Karloff, Christopher Lee, Vincent Price e Barbara Steele, premiata al 37TFF con il Gran Premio Torino). Un panel che deve il proprio nome al volume, a cura di Emanuela Martini, casa editrice Il castoro, dedicato alla retrospettiva Si può fare! ed acquistabile fino al 1° dicembre presso il bookshop della Mole Antonelliana con uno sconto del 15%.

L’incontro si terrà giovedì 28 dicembre, alle ore 11.00, presso la Sala Soldati del Cinema Massimo, con ingresso libero fino a esaurimento posti. Interverranno: Massimo Causo, Steve Della Casa, Davide Di Giorgio, Mauro Gervasini, Roberto Manassero, Emiliano Morreale, Federico Pedroni. Moderatore: Emanuela Martini.

News

correlate

Menu
X
X